Home > Casino dei nobili firenze

Casino dei nobili firenze

Casino dei nobili firenze

Appartenne in effetti a lungo alla famiglia Gianfigliazzi, che in questa zona aveva estese proprietà, "e fino al fu destinato per la pubblica conversazione del ceto nobile", da cui la denominazione con cui ancora oggi è noto casino dei Nobili. Con l'estinzione del casato, nel , fu acquisito dai Fontebuoni e quindi dalla famiglia Piccioli. Che tale impostazione precedesse il rifacimento ottocentesco è d'altra parte documentato dall'incisione di Giuseppe Zocchi del , con la veduta del lungarno verso il ponte a Santa Trinita.

La cantonata in accordo con quanto si vede sempre nell'incisione è sottolineata da bugne di pietra che, come consuetudine, presentano un rilievo sempre meno accentuato man mano che si sale verso la gronda. Conci di pietra incorniciano anche le finestre. Che qui esistesse una più antica fabbrica è documentato invece dall'imposta d'arco ancora leggibile sull'estrema sinistra del fronte del palazzo Gianfigliazzi che segue sulla via, a indicare come originariamente anche questo edificio presentasse una serie di fornici al piano terreno.

Attualmente l'accesso al palazzo è unificato con quello di palazzo Gianfigliazzi si veda a via de' Tornabuoni 1 e, con quest'ultimo, condivide l'unica scala comune, a seguito dell'intervento di ridistribuzione degli spazi interni attuato da Bartolomeo Silvestri e degli ulteriori lavori segnalati nelle pagine di "Arte e Storia" tra il e il Nel palazzo, al secondo piano, era ai primi del Novecento la Pensione Piccioli, dove tra l'altro furono ospiti nel e nel gli scrittori russi Dmitrij Merezkovskil e Zenaide Hippius. Per quanto riguarda le vicende conservative del Novecento si segnala l'intervento effettuato sull'immobile a seguito dei gravi danni provocati dall'esplosione delle mine tedesche collocate al ponte di Santa Trinita nell'agosto del Questo, eseguito su progetto dell'architetto e ingegnere Ugo Giovannozzi, previde il restauro delle facciate avendo come obiettivo il recupero di un disegno il più prossimo possibile a quanto documentato dall'incisione dello Zocchi fatta eccezioni degli accessi terreni agli esercizi commerciali ampliati in altezza ma già precedentemente riconfigurati , mentre per gli interni i lavori furono di radicale trasformazione, funzionali alla destinazione alberghiera oramai assunta dall'immobile.

Un ulteriore intervento di restauro della facciata è documentato alla fine degli anni ottanta del Novecento ingegnere Carlo Succi. In prossimità della cantonata è una lapide dantesca con versi riferiti agli smalti azzurri propri dell'arme dei Gianfigliazzi, e un piccolo scudo con l'arme stessa d'oro, al leone d'azzurro, lampassato e armato di rosso , ambedue collocati fra il e il d'iniziativa del Comune a cura di una commissione della quale faceva parte Guido Carocci.

Bibliografia dettaglio. Zocchi , tav. VI; Fantozzi , p. I palazzi, Firenze, Polistampa , pp. Documentazione fotografica. Risorse in rete. Sull'edificio sono alcuni file multimediali reperibili su rete telematica, a partire dalla voce Palazzo Piccioli su Wikipedia. ID univoco regionale. Data creazione. Estratto da " https: Palazzi di Firenze. Categorie nascoste: Menu di navigazione Strumenti personali Accesso non effettuato discussioni contributi registrati entra.

Namespace Voce Discussione. Visite Leggi Modifica Modifica wikitesto Cronologia. In altre lingue Aggiungi collegamenti. Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo ; possono applicarsi condizioni ulteriori. Vedi le condizioni d'uso per i dettagli. Palazzo Piccioli in angolo.

Palazzo Piccioli - Wikipedia

Nome Ente: ACCADEMIA DEI NOBILI, FIRENZE Nobile, tanto Nazionali, che Estere, il trattenimento, la Conversazione, e le Feste nelle Sale del suo Casino.”. Casino dei Nobili, Firenze, facciata sul lato del Lungarno Corsini. Il palazzo, poi acquistato dalla nobile famiglia dei Piccioli, dei quali ha conservato il nome. Casino dei Nobili Si tratta dell'edificio posto d'angolo tra il lungarno Corsini e via de' Tornabuoni. Appartenne alla famiglia Gianfigliazzi, che in questa zona. Tutte le News su Casino Dei Nobili, aggiornamenti e ultime notizie. Scopri le ultime novità su Casino Dei Nobili. MISCELLANEA. L'archivio dell'Istituto o Casino dei Nobili di Firenze. L'Istituto o Casino de' Nobili sorse in Firenze il 2 gen\x=req-\ naio , dalla fusione di tre. Palazzo Piccioli si trova a Firenze in via Tornabuoni 1, angolo Lungarno Corsini, dirimpetto al Ponte Santa Trinita e davanti a palazzo Spini-Feroni. Il palazzo, come quelli contigui sia su via Tornabuoni che sul Lungarno, faceva originariamente parte dei possedimenti dei Gianfigliazzi, ed era chiamato " Casino di Santa Trinita", Nel Settecento vi aveva sede l'Accademia. Invito al pranzo al Casino di Firenze per l'11 settembre il lungarno Corsini e via Tornabuoni, nell'attuale palazzo Gianfigliazzi, c'era il Casino dei nobili.

Toplists